Debora Vicenzotti

13
  • Born (age)

«Ciao a tutti, sono Debora Vicenzotti, la famosa ala di Tamai che in realtà io definirei la jolly o la tuttofare udinese d’adozione. La mia vita cestistica è iniziata ormai una quindicina di anni fa a Porcia, una società che mi ha dato tanto e che mi ha insegnato le basi sia tecniche che umane per diventare una giocatrice. All’età di 15 anni, poichè nella mia zona non c’erano più possibilità per praticare il più bel gioco al mondo, mi sono trasferita in quel di Udine e qui devo ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre sostenuto e mi ha dato la possibilità di realizzare il mio sogno…giocare a pallacanestro. Qui a Udine mi sono sempre sentita come a casa grazie a staff e giocatrici che si sono susseguiti nel tempo e sempre grazie a questa società ho potuto raggiungere molti traguardi: interzone, 5 finali nazionali, europei giovanili, convocazioni con la nazionale italiana sia giovanile che maggiore – mi ricorderò sempre la chiamata della nostra segretaria Nerina che commossa ed emozionata mi diceva che ero stata convocata con la nazionale A, ho pianto, tanto – playoffs, playout e chi più ne ha più ne metta.Ci sono stati anche un paio di episodi che la gente potrebbe pensare come negativi, invece sono stati e sono tutt’ora il mio punto di forza: rottura al crociato anteriore sinistro nel 2005 e destro nel 2009. Mi hanno fatto crescere e diventare la giocatrice che sono oggi, e mi hanno fatto lottare da sola contro tutti per far vedere che non mi ero arresa, che sarei tornata anche meglio di prima e così è stato.
Ho tanti ricordi belli grazie alla pallacanestro che mi ha fatto conoscere anche molte delle persone che oggi sono dei pilastri portanti nella mia vita. Un altro sogno che avevo nel cassetto era quello di diventare capitana di questa società, e questo è il mio quarto anno.. essere capitana vuol dire tante cose, ma la cosa più bella è ricevere stimoli per dare sempre di più fuori e dentro il campo: devo dare l’esempio sia alle mie compagne sia a quelle bimbe che ci vengono a vedere ogni partita. Ho deciso di rimanere a Udine anche per questo negli ultimi anni…attaccamento alla maglia e alla società che mi ha cresciuta.»

Qual è il tuo più grande sogno? FORMARE UNA FAMIGLIA..MA SE PARLIAMO DI BASKET, DIREI ASSAPORARE UNA PROMOZIONE, PRIMA IN A2 E POIIN A1

Il tuo stile di vita: una frase che ti caratterizza? NE HO MOLTE: “NEVER GIVE UP” “LA VITA NON è ASPETTARE CHE PASSI LA TEMPESTA, MA IMPARARE A BALLARE SOTTO LA PIOGGIA” “UN GIORNO SENZA SORRISO è UN GIORNO PERSO” “SII IL CAMBIAMENTO CHE VORRESTI VEDERE NEL MONDO”

Il più bel complimento che hai ricevuto? “DEBORA, HAI LA CAPACITà DI RENDERE LE PERSONE FELICI E A LORO AGIO”

Ci sono tre aggettivi per descriverti? IDEALISTA, GIOIOSA, DETERMINATA

Dicono di me…CHE SONO TROPPO BUONA, MA CHE IN CAMPO MI TRASFORMO E DIVENTO UNA COMBATTENTE, CHE SONO SEMPRE SORRIDENTE E FELICE MA SE MI FANNO INCAVOLARE UCCIDO LA GENTE CON LO SGUARDO