Udine cede al Geas. Vicenzotti: «Questa sconfitta ci farà crescere»

Il risultato finale della seconda giornata di campionato non rende giustizia alla partita disputata dalla Libertas Basket School in casa di Sesto San Giovanni, vinta dalle padrone di casa per 70-53. Le giocatrici di coach Pomilio, infatti, hanno lottato per tre quarti, scivolando anche sotto la doppia cifra di svantaggio, ma riaprendo più volte il match con grande determinazione (alla pausa lunga il punteggio era fermo sul 30-29). Considerando che Geas è una delle favorite del girone e che nel maggio scorso ha disputato la finale per la promozione in A1, dal match di oggi Udine può ricavare delle buone indicazioni per il lavoro da fare in vista dei prossimi impegni.

La partenza nel primo quarto è stata tutta a favore del Geas: ai punti iniziali di Galbiati e Arturi sono seguite le risposte di Vicenzotti, Pontoni e Blazevic che hanno cercato di colmare il divario che comunque è arrivato fino a -10 alla fine del primo periodo. Nonostante una difesa attenta delle friulane su Elisa Ercoli, centro avversario, nella seconda frazione la squadra di casa ha continuato a condurre il match affidandosi prevalentemente alle percentuali realizzative delle esterne e aumentando il distacco, salvo poi subire la rimonta firmata Ivana Blazevic. La giocatrice croata, infatti, ha provato a far ripartire le proprie compagne, mettendo a segno ben 13 punti in venti minuti. Nel terzo quarto, però, il break del Geas ha cambiato l’andamento del match e l’esperienza del team di coach Zanotti ha cominciato a fare la differenza. Udine, pur lottando su ogni pallone, non è più riuscita a colmare il gap.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_56fc«Anche se si trattava solo della seconda giornata di campionato, per noi la partita di oggi rappresentava un test – commenta capitan Vicenzotti. Geas tecnicamente, tatticamente e fisicamente è molto forte e preparato. Noi comunque per quasi tre quarti siamo rimaste aggrappate con le unghie alla gara, tant’è che all’intervallo eravamo solo a meno uno (30-29). Complessivamente sono contenta della prestazione della mia squadra: abbiamo avuto dei momenti di grande lucidità che ci hanno permesso di rientrare in partita con parziali importanti che le nostre avversarie non si aspettavano. Abbiamo avuto anche qualche momento di calo, dovuto forse all’esperienza, inferiore rispetto alla loro. Purtroppo non appena sbagliavamo una conclusione o perdevamo un pallone, venivamo punite da un loro canestro. Ma ripeto, siamo rimaste lì per tre quarti interi e quella di oggi è stata solo la nostra seconda partita. Secondo me questa sconfitta ci farà crescere. Abbiamo dato tanto e il bello è che possiamo ancora migliorare. La stagione è lunga. Stiamo facendo un ottimo lavoro e credo nello staff che ci guida».

GEAS SESTO SAN GIOVANNI 70
DELSER LIBERTAS BASKET SCHOOL 53

(21-11; 30-29; 49-38)
SESTO S. GIOVANNI: Schierati 12, Arturi 13, Galbiati 13, Gambarini 4, Ercoli, Decortes 2, Panzera 10, Barberis 12, Pusca 2, Pellegrini n.e., Zagni 2, Mariani n.e. Coach Zanotti.
UDINE: Bianco, Blazevic 17, Ciotola 2, Mancabelli 5, Sturma, Mio n.e., Vicenzotti 8, Zanelli n.e., Pontoni 5, Da Pozzo 8, Rainis 5, Romano 3. Coach Pomilio.
Arbitri dell’incontro: Sara Sciliberto di Messina e Emmylou Mura di Cagliari.

Resp. Comunicazione – Michela Trotta